Inizio della primavera e apertura dell’hotel a Merano

L come Lisetta, L come Love

Interrompo per un attimo quello che sto facendo e mi godo i miti raggi del sole di marzo che mi accarezzano il viso. Che meraviglia, penso tra me e me. E a giudicare dall’allegra risatina di Marie, anche lei pensa che questa palla luminosa che brilla nel cielo blu sia meravigliosa. Un fruscio misterioso mi distoglie dal mio sogno ad occhi aperti. Cosa sarà, penso, e mi volto nella direzione da cui credo provenga il suono.

Albero di limoni in estate - Hotel Lisetta a Tirolo

Quando la vita ti dà un limone ...

Si sente un altro fruscio e uno dei tanti alberi di limoni sembra muoversi come per magia. Non in silenzio, però, ma accompagnato da cigolii e scricchiolii. Tuttavia i rumori non sembrano così spettrali, ma piuttosto umani. Ancora una volta, la pianta di agrumi tremola uscendo dall’ombra verso il sole e dietro di essa... sbuca mamma Brigitte. Batte le mani soddisfatta, fa un cenno all’alberello e mormora: “Ecco qua, il tuo posticino al sole, cresci verso di lui.” Sorrido tra me e me e aggiungo mentalmente la frase “... e rendimi orgogliosa!”, perché nulla emoziona mamma Brigitte più delle sue amate piante. A parte Marie, naturalmente.

Il Lisetta è come un alveare in questo momento: i laboriosi aiutanti gironzolano ovunque. Non c’è solo mamma Brigitte, ma anche papà Flavio, Tobi e suoi genitori, nonché l’intera famiglia del Lisetta: si stanno tutti rimboccando le maniche, perché il 15 marzo si torna al lavoro! I preparativi fervono e tutti non vedono l’ora di poter accogliere e dare il benvenuto ai nostri cari ospiti. Ma c’è ancora molto da fare prima ...

Prato fiorito in primavera a Tirolo - Hotel Lisetta

Dopo un dolce letargo

... il nostro Lisetta si risveglia solo due o tre settimane prima dell’apertura. Nel giardino, alberi e arbusti vengono potati, le foglie secche e le erbacce vengono estirpate, l’erba viene tagliata, le piante di agrumi vengono accarezzate e ogni giorno si prega per qualche ora di sole in più*.
Ogni membro del personale cura la propria area, ad esempio il team di servizio è responsabile della sala da pranzo, del bar e della stube, mentre gli chef della cucina.

Anita e Janine, le nostre receptionist, danno una sistemata alla loro postazione e poi si dedicano alla preparazione della nuova offerta di massaggi e trattamenti di bellezza, alle cartelle delle camere, alla carta dei vini, ecc. Tutte le idee che ho abbozzato e scarabocchiato a mano durante l’inverno vengono impaginate in modo ordinato su carta da loro due. Anche i genitori di Tobi si danno da fare: Roland, il papà di Tobi, è sempre atteso con ansia. Si dice che abbia la forza di un orso perché riesce a spingere i nostri alberi di limoni e aranci sul terrazzo come se fossero piume...

Gli ultimi ordini, le commissioni e le consegne sono stati fatti e quando i primi inebrianti profumi iniziano ad uscire dalla cucina, significa che è arrivato il momento. Gli anni scorsi, il giorno prima dell’inaugurazione, io e la mamma facevamo il turno di notte per preparare tutte le decorazioni e dare gli ultimi ritocchi. Sarà così anche quest’anno? Non lo so ancora. Sicuramente la notte sarò sveglia, ma perché c’è qualcun altro che reclamerà tutta la mia attenzione. Le composizioni floreali decisamente non saranno la mia priorità. 😉
Ma chissà, magari Tobi scoprirà un talento nascosto che non sapeva di avere ... 

*Potete immaginare chi si occuperà degli ultimi due compiti.

Una fortuna enorme

Sì, perché il giorno tanto atteso si avvicina sempre di più. E anche se ormai l’abbiamo vissuto tutti insieme tante volte, aspettiamo ogni anno questo momento con un misto di eccitazione e trepida attesa. E forse è proprio questo il fulcro di ciò che rende così speciale non solo questo momento, ma tutto ciò che lo circonda: la dedizione all’ospitalità, l’accoglienza affettuosa di vecchi e nuovi amici e la pura gioia di farvi trascorrere dei momenti meravigliosi insieme a noi.

E con queste parole concludo la Lisetta Story di oggi, perché una piccola bambina si sta chiedendo dove sono finita. Se durante il vostro soggiorno vi ritroverete a farvi la stessa domanda, sappiate che, quando il mio tempo lo permette, mi trovate qua e là in hotel: a dare una mano alla reception, a fare il controllo qualità in cucina (un sacrificio che faccio molto volentieri 😉), a godermi il sole primaverile sulla profumata terrazza di agrumi e a fare due chiacchiere con voi, cari ospiti.

A nome della famiglia Lisetta, posso dire che non stiamo più nella pelle! Non vediamo l’ora che il Lisetta di riempia di vita, voci, risate, nuove storie e ricordi. E non vediamo l’ora di riabbracciarvi. A molto presto ...

 

Arrivare e sentirsi a casa

Già al momento del check-in, si percepisce l’autentica cordialità (anche come nuovo ospite), che ti fa sentire a tuo agio fin dal primo momento. Questo sentimento continua per tutta la vacanza, in ogni circostanza. Per esempio, scambiando qualche parola con la padrona senior in giardino, oppure parlando con l’eccezionale chef di cucina durante la serata italiana: ci si sente sempre coccolati, seguiti e assistiti in tutto. La differenza che distingue questo hotel? Le persone nel Lisetta hanno un’autentica vocazione per l’ospitalità.

Julia M. - Holidaycheck

Lisetta - il modo giusto di fare “hotel”

Il Lisetta è un hotel a conduzione famigliare esattamente come deve essere. L’attenzione di tutto il team del Lisetta è insuperabile. Dalla prima richiesta di disponibilità fino alla partenza, si percepisce sempre la cura personale e l’estrema attenzione per l’ospite. Il contatto cordiale e autentico con la famiglia De Dea contribuisce, al pari della gioia e felicità espressa da tutto il team, che segue gli ospiti e la struttura, a trasformare il soggiorno in un vero piacere e in un’esperienza positiva indimenticabile.

Christian - Holidaycheck